Come Zarineh tappeti è arrivata a essere quello che è oggi ?

Come Zarineh tappeti è arrivata a essere quello che è oggi ?

Ciao, sono Farshad Shahabadi e oggi ti voglio spiegare perché ho scelto di vendere tappeti nella vita.

Ci credi? Da adolescente non facevo altro che ripetermi: “io non venderò mai tappeti”. 

Vedevo mio padre e mio fratello fare tutti i giorni dei grandi sacrifici, lavorare 18 ore al giornoe pensavo che fosse un lavoro troppo difficile.

“Non si può vivere per lavorare, non voglio farlo”, pensavo.

E quindi, dopo qualche esperienza lavorativa e 4 anni di Scienze politiche, decisi di andare a Londra dove pensavo che avrei trovato la mia strada. 

Mentre andavo all’università ho comunque sempre lavorato al negozio dei miei genitori facendo le consegne di tappeti che venivano venduti

Ripeto, io sono nato con una pila di tappeti vicino al letto perché mio padre quando studiava Architetturaaveva il pantografo nella mia stanza da letto evendeva tappeti per pagarsi gli studi e mantenere la famiglia. 

Ho sempre respirato l’aria dei tappeti, ho sempre vissuto il loro forte odore

Poi, quando mio padre ha aperto la sua aziendaio mi sentivo come il figlio che qualsiasi cosa avesse fatto, avrebbe dovuto sempre riconoscere i meriti di mio padre e mio fratello

Perché loro avevano iniziato da zero. Perché loro avevano raggiunto degli obiettivi. E io invece,essendo il più piccolo non aveva vissuto quei momenti difficili, non avevo ancora ottenuto nulla e non avevo dei progetti brillanti come loro.

Ma una cosa era sicura: non volevo vivere all’ombra di nessuno.

Comprai i biglietti per Londra, io giovane persiano neo-laureato senza nessuna coscienza di cosa mi aspettasse. Andavo solo alla ricerca di un’occasione. Di un’opportunità.

Mio padre mi ha sempre ripetuto che io dal momento della mia nascita gli porto fortuna, e che tutto era cambiato da quel lontano 1976

E fu proprio in quell’ anno che naque Zarineh Tappeti, in Via dei Prati Fiscali a Roma.

Il mitico Jalil Zarineh, per tenere occupata la moglie che in quel momento non lavorava e mentre girava il mondo (lavorava nel cinema e si occupava di vendere i diritti dei film nel mondo), d