I tappeti Bukhara, famosi in tutto il mondo per la preziosità dei materiali, la sapiente raffinatezza delle trame e la solidità della tessitura, in realtà non rappresentano, come di solito succede, l’espressione di una precisa zona geografica ma l’arte di una serie di popolazioni turcomanne sparse tra l’Afghanistan, l’Iran e il Turkestan.

Storia

La città di Bukhara dichiarata patrimonio dell’umanità da parte dell’UNESCO nel 1993 e situata oggi in Uzbekistan ha attraversato vicissitudini che l’hanno vista alternare i propri destini da periodi di grande splendore a invasioni e crisi profondissime. A partire dal XVI secolo Bukhara torna ad essere commercialmente protagonista lungo la leggendaria Via della Seta e proprio questo suo rappresentare il fulcro dei mercati del famoso “grande triangolo dell’est” accanto a Khiva e Samarcanda ha dato il nome ai tappeti che nei fiorenti bazar locali venivano venduti e che, da allora, prendono il nome, appunto, di tappeti Bukhara.

Leggi di piú